Coronavirus: informazioni e raccomandazioni


 

 

1. D. Novel Coronavirus: di cosa si tratta

R. Il Novel Coronavirus, ufficialmente chiamato «COVID-19», a volte denominato "Wuhan Coronavirus" e 2019-nCov, è un nuovo ceppo di Coronavirus. Inizialmente erano sei i ceppi identificati, incluso quello della SARS responsabile dell'ultimo grande focolaio di coronavirus, questo ceppo non era stato mai rilevato prima nell'uomo.

2. D. Quali sono i sintomi di chi è stato contagiato?

R. I sintomi variano a seconda del virus, ma gli indicatori comuni includono sintomi come tosse, mancanza di respiro e altre difficoltà respiratorie. La febbre è presente spesso ma non sempre associata. I pazienti possono soffrire di infezioni che causano polmonite e sindrome respiratoria acuta grave nei casi più complessi.

3. D. Da dove nasce il focolaio e dove si è diffuso?

R. Il focolaio ha avuto origine ufficialmente il 31 dicembre in un mercato di animali e pesci vivi a Wuhan e si pensa che provenga dal Pipistrello "Ferro di Cavallo". Un significativo peggioramento della situazione è stato segnalato dai media a metà gennaio e i primi di febbraio le autorità cinesi hanno confermato che la trasmissione avviene anche tra esseri umani, probabilmente per trasmissione via droplets.

Successivamente il virus ha raggiunto anche altri paesi al di fuori della Cina, per conoscere la situazione aggiornata dei numeri in Italia consultare il sito del Ministero della Salute all'indirizzo www.salute.gov.it/portale/home.html

 

4. D. Esistono trattamenti o vaccini per il Covid-19?

R. Non esiste un trattamento specifico per il Covid-19 o il vaccino per prevenirlo, ci sono vari trattamenti disponibili per curarne i sintomi.

5. D. Gli spostamenti internazionali subiscono di giorno in giorno nuove disposizioni introdotte dai singoli Paesi, quali sono le informazioni da recepire prima di mettersi in viaggio?

Molti Paesi hanno emesso nuove disposizioni per i propri cittadini in partenza verso destinazioni estere e per l'accoglienza di viaggiatori stranieri, per conoscere le ultime disposizioni valide per i cittadini italiani consultare il sito della Farnesina all'indirizzo www.viaggiaresicuri.it

6. D. Visto che l'esposizione al rischio è più facile di quanto si pensasse inizialmente, in che modo i viaggiatori possono ridurlo al minimo?

R: Sappiamo tutti che viaggiare favorisce un maggiore contatto con persone di tutto il mondo e la frequentazione di spazi chiusi, situazioni che consentono a malattie come il Covid-19 di diffondersi rapidamente. Per coloro che devono viaggiare, consigliamo vivamente di rispettare i protocolli di igiene adeguati. L'OMS raccomanda di lavarsi spesso le mani con acqua e sapone, coprirsi il viso quando si tossisce o starnutisce e toccarsi occhi, naso e bocca il minimo possibile.

7. D: Le attuali polizze coprono questo tipo di rischi?

R: Una polizza assicurativa viene attivata in caso di esborso economico da parte di un assicurato o quando l'assicurato ha bisogno di assistenza. Non tutte le polizze hanno la stessa copertura, quindi è importante valutare caso per caso.

Pertanto la copertura per la cancellazione del viaggio o l'assistenza medica a seguito del Covid-19 dipende da fattori tra cui il tipo di polizza assicurativa acquistata e la valutazione della situazione nel luogo di destinazione.

 

8. D. Come si procede nel caso in cui una persona assicurata contragga il virus?

A: I clienti di Europ Assistance che ritengono di aver contratto il virus devono contattare immediatamente la Centrale Operativa, che si attiverà, tramite i propri corrispondenti o la Farnesina, per avere indicazione delle procedure di sicurezza da seguire così da riferirle al cliente, come per esempio informazioni in merito al centro ospedaliero di riferimento per il Covid-19 della località in cui si trova.

Nel frattempo i clienti in nessun caso devono recarsi da un medico o in Pronto Soccorso, ma trovare il modo di auto-isolarsi.

In caso di esito positivo degli esami del cliente, Europ Assistance attiverà la Farnesina comunicando i dati del connazionale affetto da Covid-19.

 

9. D: Quali prestazioni offre la copertura assicurativa ai viaggiatori che l'hanno acquistata?

R: Poiché non esiste una polizza standard, è necessario controllare le proprie condizioni contrattuali, alcune garanzie solitamente incluse sono il rimborso spese mediche, i costi di trasporto in ospedale e le spese di alloggio sostenute a causa di un soggiorno prolungato. Va segnalato che a seconda di come si organizzano i servizi di emergenza e di salvataggio in determinate aree del mondo, Europ Assistance potrebbe non essere autorizzata a fornire servizi e incaricata di rispettare le istruzioni delle autorità.

10. D: Di quali tipi di documentazione avrebbero bisogno i viaggiatori per denunciare un sinistro? Ad esempio, biglietti aerei inutilizzati, hotel (soggiorno prolungato o impossibilità a continuare il viaggio)

R: Al momento della denuncia di un sinistro, i viaggiatori devono inviare copia dei documenti elencati nel proprio Set Informativo. Naturalmente, possono anche presentare qualsiasi altro documento che ritengano rilevante ai fini della loro richiesta.

11. D: Come comportarsi quando un cliente è in un paese estero, ma è preoccupato per la diffusione del virus e non desidera più rimanere nella località scelta o continuare a viaggiare

R: I clienti devono seguire le indicazioni fornite dal proprio governo in merito a qualsiasi limitazione dei viaggi verso le aree interessate. È importante ricordare che le polizze Annullamento Viaggio non coprono la cancellazione a causa del timore di viaggiare. Europ Assistance continuerà a monitorare attentamente la situazione e fornire aggiornamenti sulla base delle ultime raccomandazioni dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e delle autorità sanitarie e legislative di ciascun paese.