Viaggiare sicuri

Scoprendo l'India

Una piccola guida alla scoperta del più affascinante sub-continente: l'indimenticabile India

 

L'India è considerato un "continente nel continente" perché nei tempi antichi non apparteneva ancora all'Asia ed era quindi un territorio assolutamente indipendente. Molti non sanno che fu proprio la collisione tra l'India e l'Asia a formare l'Himalaya. È un Paese affascinante, ricco di cultura e di storia, che ospita una popolazione di circa un miliardo di persone, comprendendo una trentina di Stati che parlano una ventina di lingue diverse.

Scegliere di fare un viaggio in India deve avere delle basi e delle motivazioni valide, non è una meta scelta a caso senza riflettere, è un vero viaggio attraverso un mondo sconosciuto. Viaggiare safe è quindi fondamentale, così come conoscere le principali tradizioni, avere i documenti necessari e una buona assicurazione sanitaria (come quella annuale di Europ Assistance con copertura totale ed assistenza sanitaria h 24). Inoltre sarebbe ottimo scegliere un itinerario, decidendo da casa, prima della partenza, cosa si desidera realmente esplorare.

                    

Religioni, spiritualità e lingua

L'India è un Paese molto vasto, dove si trovano i rappresentanti delle maggiori religioni del mondo, nonostante l'80% della popolazione risulti essere indù. In India si trovano templi Jain, chiese cristiane, templi zoroastriani, moschee e mausolei, templi che riguardano il Sikhismo, la terza religione per importanza nel Paese (come quello dorato Amritsar). La seconda invece è quella musulmana, con il 14% di fedeli al seguito.

La spiritualità è un elemento essenziale della cultura indiana, infatti i turisti sono ben accetti nei templi purché rispettino le tradizioni e le regole principali, come entrare a piedi scalzi e non indossare vestiti in pelle.

Le lingue ufficiali sono quelle utilizzate dal Governo Centrale, ovvero l'hindi e l'inglese, ma ogni stato all'interno del sub-continente ha una sua propria lingua e questo lo rende uno dei Paesi più multilingue al mondo. Sarebbe interessante imparare qualche modo di dire nel dialetto del posto, invece di limitarsi a parlare in inglese. Spesso i turisti si trovano in difficoltà a comunicare con la gente locale, perché non tutti riescono a capire l'inglese.

                    

Meraviglie da visitare

Vi sono ben 32 meraviglie architettoniche e naturali, come il famoso Taj Mahal (simbolo dell'India) che fanno parte del Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco: le colline Nilgiri, le caverne di Ajanta ed Ellora, la foresta di Mangrovie, la catena montuosa Western Ghats, la ferrovia di montagna Shimla, solo per citarne alcune.

L'Uttar Pradesh è uno stato densamente popolato che oltre ad esser sede del Taj Mahal, vanta numerosissimi siti buddisti, riserve naturali e la vecchia città Mughal. A Jaipur e Ahmedabad vi sono i più bei pozzi a gradini con caratteristiche architettoniche splendide; a Meghalaya invece i ponti realizzati con liane e radici sono un esempio naturale dell'ingegno indiano. Infatti con il clima umido qualsiasi ponte costruito con altro materiale si rovinerebbe col passare del tempo, mentre questi sono molto solidi.

                    

Rickshaw Challenge

Uno dei modi migliori (ma decisamente particolari) per visitare l'India è su un calesse o tuk-tuk. Un viaggio stancante, una gara di 1000 chilometri a bordo di un tuk-tuk appunto che permette di conoscere persone da ogni parte del mondo. Mettersi in gioco, scoprire differenti usanze e vivere l'avventura in India a 360 gradi, fotografando attimi indimenticabili ed assaporando la vera tradizione indiana.

Si passa attraverso zone meno turistiche e meno conosciute, visitando templi "dimenticati" ma unici per la loro bellezza, in mezzo alla popolazione locale che saprà accogliere il turista con un sorriso. Si organizzano squadre con massimo 4 persone su ogni mezzo ed è possibile aggiungere dei pacchetti (pernottamento o personalizzazione del tuk-tuk). Tra un bagno alle cascate di Manimuthar e un'alba sull'oceano, la gara acquisterà un valore inestimabile per chi l'ha vissuta.

Sfondo Calcola la tua polizza
Parti per L'INDIA in tutta sicurezza

 

I nostri consigli per viaggiare sicuri in India

 

Il vaccino obbligatorio è quello per la febbre gialla, per i turisti che provengono dai paesi a rischio di trasmissione.

 

Nel periodo monsonico si accentua la possibilità di punture di zanzare che portano malattie endemiche come la malaria, la dengue e la chikungunya per cui sono consigliati i vaccini.

 

Per viaggiare sicuri in India sarebbe meglio vaccinarsi anche contro la difterite, l'epatite A e B, il tifo, la polio e la tubercolosi. Vi è un alto rischio anche per l'AIDS.

 

 

La situazione sanitaria in India è ad alto rischio, per cui i turisti in visita dovranno munirsi di una valida assicurazione sanitaria essendo consapevoli che le strutture sono poco adeguate. Questa deve prevedere l'eventuale rimpatrio aereo sanitario oppure il trasferimento in un altro paese per le cure mediche.

 

 

La micro-criminalità è parecchio diffusa nel paese, insieme ad episodi di violenza sessuale. Per viaggiare sicuri in India è meglio rimanere in gruppo, evitare i mezzi pubblici di trasporto o i luoghi più isolati. Il Governo Indiano mantiene un elevato stato di allerta per il terrorismo, specialmente dopo gli avvenimenti negli ultimi anni nelle città principali.

 

 

Il passaporto ed il visto sono entrambi documenti necessari; per soggiorni inferiori ai 60 giorni bisognerà richiedere online l'autorizzazione per l'eVisa che verrà rilasciato all'arrivo nel paese.

 

Alla dogana viene richiesto il biglietto di ritorno e la dimostrazione di risorse sufficienti per la durata della visita. Per soggiorni più lunghi bisogna effettuare una richiesta online e recarsi in una delle ambasciate presenti in Italia.

 

 

Il clima in India è tropicale, con una stagione secca ed una piovosa determinata dai monsoni. Sulle coste è caldo tutto l'anno, con piogge intense tra luglio e settembre. L'estate indiana corrisponde alla primavera, mentre l'inverno arriva negli stessi mesi, con temperature meno rigide se si escludono le montagne.

 

 

Potrebbero interessarti questi articoli

Consigli utili per il vostro prossimo viaggio in India


Leggi i nostri consigli utili per il tuo prossimo viaggio in India. La dogana, i documenti, cosa mangiare ...

Vai all'articolo

#Movesafe in India con i bambini tra Kerala e Rajasthan


Trattandosi di un paese di smisurate dimensioni geografiche, propongo per l’India un itinerario che riguarda due regioni, il Kerala e il Rajasthan ...

Vai all'articolo

#Movesafe sul "filo di Nicky" a bordo di un tuk-tuk

               
Quando si viaggia in Asia, la voglia di prender il posto del nostro autista e mettersi alla guida di un tuk-tuk viene di sicuro. Un modo semplice, ...

Vai all'articolo


Scopri tutto sulla tua destinazione sul nostro blog

Consigli utili per il vostro prossimo viaggio in India


Vai all'articolo

#Movesafe in India con i bambini tra Kerala e Rajasthan


Vai all'articolo

#Movesafe sul "filo di Nicky" a bordo di un tuk-tuk


Vai all'articolo

#Movesafe in India tra le meraviglie del Rajasthan


Vai all'articolo
India

Fai un preventivo in pochi secondi per la tua polizza!
Info
 
 
 
SELEZIONA IL NUMERO DI PERSONE PER ETA'