Le vacanze ai tempi della sharing economy: car sharing o house swapping?


Il 15° Barometro Vacanze Ipsos/Europ Assistance  indaga sulle vacanze ai tempi dello sharing: come cambiano le abitudini degli italiani?

 

Cresce, in questo 2015, la voglia e la possibilità di vacanza nella maggior parte dei paesi d’Europa. Dopo tre anni di calo o di stasi, le intenzioni di vacanza per l’estate degli europei tornano a crescere: il 60% dichiara che andrà in vacanza quest’estate con un aumento di 6 punti rispetto al 2014. La crescita riguarda gli europei che dichiarano di partire una sola volta nel corso dell’estate, segno che sempre più persone – che in passato dovevano rinunciare alle vacanze – oggi possono permettersele. Gli italiani sono tra i più ottimisti con una crescita al di sopra della media europea: +8% dal 52 del 2014 al 60% quest’anno. E’ quanto emerge dal 15° Barometro Vacanze Ipsos/Europ Assistance.

Con la voglia di partire, si registrano anche nuovi trend nel modo in cui le persone scelgono di viaggiare: vacanza ai tempi della sharing economy significa anche scegliere il car-sharing e l’house swapping!

 

Il 15% degli europei dichiara di essere interessato al car sharing (nuovo indicatore). Una percentuale particolarmente alta sul target più giovane: quasi il 30% della fascia 18-24 anni e il 25% della fascia 25-34 anni. È importante notare che anche coloro che sono soliti improvvisare, decidendo la meta delle proprie vacanze all’ultimo minuto, mostrano un maggiore interesse per il car sharing (20%).

Lo scambio di casa fra privati (house swapping) durante le vacanze attira un europeo su 10.  Se i giovani e le famiglie dal budget ridotto sono ancora una volta più interessati della media (rispettivamente il 23% e il 19%), anche le famiglie mostrano di ritenere questa modalità di soggiorno un’alternativa economica interessante (il 18% delle famiglie con 2 figli e il 26% delle famiglie con 3 o più figli). Anche quanti prevedono di trascorrere le vacanze in una città guardano con interesse a questa possibilità (19%).

Una tendenza che non ha preso in contropiede gli italiani che sono i più disponibili in Europa a prendere in seria considerazione le opportunità messe a disposizione dalle nuove tecnologie. 

 

Nel dettaglio il car-sharing affascina il 20% degli italiani (contro una media europea del 15%). Mentre l’house swapping nelle intenzioni dei nostri concittadini arriva a toccare il 30% delle dichiarazioni di disponibilità. Una percentuale particolarmente elevata se si considera che in Europa la possibilità di fare house swapping in occasione delle vacanze si attesta al 13%.

Realizzata da Ipsos su richiesta del Gruppo Europ Assistance su un campione di 3.510 europei (francesi, tedeschi, britannici, italiani, spagnoli, belgi e austriaci), condotta attraverso interviste telefoniche e giunta alla sua quindicesima edizione, l’indagine mira a valutare ogni anno le intenzioni di vacanza dei cittadini dei Paesi interessati, le loro motivazioni, le mete e le tipologie di soggiorno preferite.

I risultati completi del 15° Barometro Vacanze Ipsos – Europ Assistance sono disponibili sul sito www.europassistance.it

 

Europ Assistance: “you live we care” 
Il Gruppo Europ Assistance è tra i leader mondiali nel settore dell’assistenza privata. Fondato a Parigi nel 1963, è in grado di intervenire in più di 200 Paesi sia nel quotidiano che nelle situazioni di emergenza offrendo servizi di assistenza personalizzati e coperture assicurative nelle aree della mobilità – Viaggio e Auto - e in quelle della Salute e della Casa&Famiglia. Europ Assistance è sinonimo di sicurezza e tranquillità perché è al fianco dei suoi clienti sempre e ovunque, grazie a una centrale operativa attiva 24h, un network di assistenza di oltre 420.000 centri nel mondo e uno staff medico in grado di intervenire anche nelle situazioni più critiche. Il pay off “you live we care” traduce chiaramente  la mission del Gruppo che vuole fornire una risposta concreta in tutte le circostanze della vita e diventare il punto di riferimento per tutti i bisogni della famiglia. Vicinanza, attenzione, servizio e disponibilità sono i suoi primari impegni, oggi sempre più spesso concretizzati attraverso lo sviluppo di una nuova generazione di servizi di assistenza personalizzati: i “Care Services”. Europ Assistance è una realtà globale con 33 sedi, 35 Centrali Operative, corrispondenti diretti in 208 paesi e 8.200 dipendenti. La Holding, il cui capitale sociale è interamente detenuto da Generali France Holding, ha sede a Parigi e ha chiuso l’esercizio 2013 con un fatturato pari a 1,37 miliardi di euro. In Italia, dove è presente da oltre 40 anni, Europ Assistance ha chiuso l’esercizio 2014  con un fatturato di 294 milioni di euro e conta uno staff di più di 900 persone e oltre 4.800 centri di assistenza.

 

PER INFORMAZIONI: 
Ufficio Stampa Europ Assistance          
www.europassistance.it

Luca Guglielmi
Tel: +39 02 57378455
e-mail: lguglielmi@webershandwick.com

Laura Vecchi
Tel: + 39 02 57378424
e-mail:lvecchi@webershandwick.com

Marta Giglio
Tel: +39 02 57378311             
e-mail: mgiglio@webershandwick.com